Sperimentazione dell’effetto di Ecobios Vigne

realizzata nel 2000 - INRA - Bordelais (33) B. Dubos, J. Roudet

Estratti del rapporto finale

Caricare rapporto INRA

I. Obiettivo

L’obiettivo della sperimentazione in 2000 era la dimostrazione e la valutazione degli effetti di ECOBIOS 3CLA in un vigneto : Sullo sviluppo della muffa grigia e sulla produzione di laccase da Botrytis cinerea, Sulla maturazione dell’uva, sul suo contenuto in zuccheri ed in polifenoli.

II. Il sito sperimentale

Jean Roudet a destra i collaboratori

L’appezzamento del vigneto è localizzato nel Médoc, in denominazione Saint-Julien, al Castello Léoville-Las-Cases. Dei seguiti epidemiologici sono realizzati dal 1992.

Localizzata vicino al fiume, questo appezzamento è vigoroso. È in vigore omogenea, clone, porta innesto ed età. È piantato in Merlot, vitigno nero più sensibile alla muffa grigia nella regione bordolese ed innestata su Riparia Gloria di Montpellier ad una densità di 8700 piedi / ettaro.

È vecchio di 15 anni. Il modo di condotta è un palizzamento basso, la taglia in Guyot doppio. Il suolo è argilo-limaccioso ed il mantenimento del suolo meccanico. Per assicurarsi di un buono sviluppo della muffa grigia, nessuna delle misure profilattiche che sono realizzate abitualmente sul campo non sono state fatte. La prova è realizzata in blocchi di Fisher con 6 ripetizioni di 17 ceppi per modalità.

Ogni appezzamento è isolato da una riga di guardia non trattata contro la muffa grigia. Tutti i ceppi della prova hanno subito una vendemmia dell’uva verde il 18 luglio per riportare a 6 grappoli precisi per piede.

III. I condizioni climatiche del periodo di sperimentazione

Le condizioni climatiche che provengono dalla stazione meteorologica del Castello Léoville-Las-Cases situato vicino alla appezzamento della sperimentazione, sono trascritte nella figura 1. Si distinguono per un periodo di pre-fioritura e di fioritura piovosa. Malgrado ciò, la durata della fioritura è stata piuttosto corta.

In compenso, il potenziale ricettivo della bacca era alzata molto alla chiusura del grappolo che lascia presagire un sviluppo esplosivo della muffa grigia se le condizioni climatiche prima la vendemmia diventassero favorevoli.

Poi il clima caldo e secco è stato sfavorevole allo sviluppo della malattia ed i Merlot sono stati vendemmiati nelle buoni condizioni climatiche ed in conseguenza sanitari.

IV. Trattamenti effetuati

Le modalità di trattamento sono le successive : - Testimone che riceve una nebulizzazione di acqua all'epoca dei trattamenti Ecobios vite. - Due applicazioni di Ecobios vite sull'insieme del fogliame e dei grappoli :

Prima applicazione: Il trattamento è stato effettuato una settimana dopo la caduta dei cappucci floreali, nelle condizioni meteorologiche ideali, il 7 giugno alle 10, in periodo anticiclonico, per tempo chiaro, con una temperatura di 18,5°C, un'igrometria del 56% ed un irradiamento importante, (250 ).
150 mL/ha di Ecobios 3CLA sono stati applicati in un volume di 264 litri / ha di poltiglia ripartita su tutto il fogliame, (3,1 litri di poltiglia su 102 piedi). Significa 0,57 mL di ECOBIOS 3CLA per 1 litro di poltiglia, e 1,76 mL per 102 piedi.

Seconda applicazione: Il trattamento è stato effettuato al tutto inizio dell’invaiatura nelle condizioni meteorologiche ideali, il 8 agosto alle 10, in periodo anticiclonico, per tempo chiaro, con una temperatura di 26,2°C, un'igrometria del 49% ed un irradiamento relativamente importante, (166 J).
200 mL/ettaro di Ecobios 3CLA sono stati applicati in un volume di 256 litri/ettaro di poltiglia ripartita su tutto il fogliame (3 litri su 102 piedi). Significa 0,76 mL di ECOBIOS 3CLA per 1 litro di poltiglia, e 2,34 mL per 102 piedi.

IV. Risultati

Osservazione della maturità tecnica

A maturità, il 19 settembre, il peso per bacca è aumentato di 0,24 g, ciò che si spiega per l'arricchimento in zucchero e l'aumento del volume delle bacca. Il titolo alcolometrico è migliorato di 0.7 gradi in modo statisticamente significativo alla soglia del 1% nella parte trattata Ecobios. Parimenti il rapporto zucchero/acido è significativamente più elevato alla soglia del 5%.
Di più, dei lavori precedenti di M. Benchikou (INRA Agronomie Bordeau) hanno mostrato significativamente effetti di ECOBIOS 3CLA sulla qualità finale senza azione sfavorevole sulla quantità finale della raccoltà.

Valutazione della maturità cellulare : método Glories

Questo metodo è utilizzato generalmente nella pratica per orientare la condotta della vinificazione. Le bacche prelevate sono schiacciate con un frantoio a succo di frutta. Lo estratto servirà ai vari dosaggi.

Il principio del metodo si basa sulla differenza d'estrazione degli antociane delle uve a due pH (1 e 3,2), dopo frantumazione delle bacche. Il pH 1, molto acido, comporta il deterioramento della pellicola delle cellule e favorisce l'estrazione di tutti i pigmenti. Il pH 3,2 è vicino del valore del pH dell’uva prelevata e permette l’estrazione delle antociane facilmente accessibile.

Si definiscono 5 valori :
Il potenziale in antociane facilmente estratibile (AE) è ottenuto a pH 3,2. L'estrazione è comparabile a quella che interviene nel serbatoio di vinificazione. Il risultato del dosaggio degli antociane estrattibile (AE) (pH 3,2) è sempre inferiore alla concentrazione delle antociane totale AT (pH 1), ma si avvicina al valore misurato nell’uva in fine di maturazione quando le cellule sono nel processo normale di senescenza dell'uva.

Il potenziale in antociane totale (AT) contenute nelle pellicole è ottenuto a pH 1. Questo risultato dipende dalla sintesi e dall'accumulo dei pigmenti. Se un estratto è ricco in antociane, contiene anche molti tannini, e viceversa.

- La ricchezza fenolica (RP) rappresenta la somma del contributo degli antociane e dei tannini delle pellicole e dei semi.

- L'indice di maturità cellulare (IMC) riflette l’estrabilità dei pigmenti, e dipende dalla differenza in antociane totale (AT) ed in antociane facilmente estratibile (AE). Più questo indice è basso, più gli antociane sono facilmente estratibile e suscettibile di passare nel vino in occasione della vinificazione. Più questo indice è elevato, più le membrane cellulare costituiscono una barriera.

- I tannini dei semi (TP) rendono conto della maturità fenolica dei semi. Il suo valore diminuisce nel corso della maturazione e permette di precisare il ruolo svolto dai semi nel contenuto tannico del vino, che rappresenta un'indicazione molto utile per l'orientamento della vinificazione dell'uva. I tannini dei semi sono valutati con la ricchezza fenolica e le antociane totale.

I risultati di questa sperimentazione sono descritti nella tabella VI

Tabella VI : Effetto di Ecobios sulle concentrazione dei fenoli (metodo Glories)

Mesure testimone Ecobios Vigne
AE : potenziale in antociane estrattibile mg/L)354 480
AT : potenziale totale in antociane (mg/L)8771080
RP : richezza fenolica35,237,5
IMC : Indice di maturità cellulare (%)59,755,5
TP : tannini dei semi (%)59,948,5

Si verifica, tenuto conto di ciò che è stato appena detto precedentemente, che tutti i risultati militano per mostrare un miglioramento della maturità dell'uva e della qualità dei mosti derivati dal lotto trattato con Ecobios 3CLA.

Le prove preliminari condotte nel 1999 all'INRA e al Comitato di sviluppo di Beaujolais da quattro anni o ottenuti da altri sperimentatori mostravano già miglioramenti qualitativi che vanno nello stesso senso ed in particolare aumenti 10% à 30% delle antociane totale.

La vendemmia della sperimentazione è stata trattata all’ITV di Bordeaux.

Tabella VII : Risultati degli analisi dei mosti

Mesure testimone Ecobios Vigne
TAVP* à 20°C11,7 12,25
Acidità totale g (H2SO4) /L4,754,65
pH3,563,69
Acidi tartrico g/L)4,64,2
Acido malico g/L2,22,4
Azoto ammoniacale g/L /L6667
Amino acidi g/L232255
Potassio mg/L4,64,2
Polifenoli totali165220
Analysi di Folin3,30,9

TAVP* : Titolo alcolometrico volumico probabile

I risultati da prendere in considerazione sono i seguenti: - aumento di 0.55° del titolo alcolometrico volumique probabile, cosa che conferma i risultati ottenuti dal campionamento delle 200 baie

- aumento dei polifenoli totali de più del 30% con in particolare un indice di Folin chiaramente più sotto per i mosti derivati dai lotti trattati con Ecobios

Risultati della micro-vinificazione realizzata all’ITV di Bordeaux da Pierre-Yves Prud’homme

CONCLUSIONE

L'applicazione di due trattamenti Ecobios 3CLA dopo la caduta dei cappucci floreali e all'inizio dell’invaiatura nel corso dell'anno 2000 dal Merlot ha provocato un aumento qualitativo dei mosti, e ciò per il secondo anno consecutivo:

- da un lato a livello organolettico con un aumento della quantità di zuccheri e delle antociane che lasciano pregiudicare di un vino più equilibrato e rotondo

- d'altra parte a livello igienico con un aumento considerevole del potere anti-ossidante

Realizzata nel 2008 - 2009 -Italia - San Giovese - Cabernet Sauvignon - Merlot

Concluzione

Risultati della degustazione nel gennaio 2010, degustazione globale di tutti i vini della stagione, alla cieca:

5 degustatori hanno apprezzato 6 esemplari di vini trattati per ECOBIOS nel 2009, i testimonio essendo mescolati agli altri vini, ed i risultati sono:

3 di essi hanno preferito i 6 modalita ECOBIOS, 1 di essi ha preferito 5 vini trattati per ECOBIOS e 1 di essi ha preferito 3 esemplari di vini trattati da ECOBIOS.

Dunque su 30 degustazioni di vini trattati ECOBIOS, condotte da 5 degustatori, 26 hanno dato un risultato favorevole, cio che significa che al 86% i vini trattati da ECOBIOS sono preferiti dai degustatori.

Caricare rapporto analytico


Navigation

VIGNE :

—————————–
POMME DE TERRE :

—————————–
CEREALES / GDES CULTURES:

—————————–
MARAICHAGE:

—————————–
HORTICULTURE:

—————————–
TOUS LES ESSAIS:

—————————–
TOUTES LES VIDEOS:

—————————–
AUTRES SITES:

Outils personnels